Si avvia al termine il mandato del sindaco Ippazio Stefàno. Redatta una sintesi delle attività svolte

668

A conclusione del suo doppio mandato elettivo da Sindaco, Ippazio Stefàno racconta l a sua guida iniziata a giugno 2007 e terminato a giugno 2017. Per l’occasione è stato redatto, sulla base di relazioni prodotte dalle Direzioni del Civico Ente, un report di sintesi illustrativo delle attività svolte dall’Amministrazione comunale.

Clicca qui e CONSULTA LA SINTESI DEL MANDATO DA SINDACO

Come riporta il sito istituzionale Stefano prima di diventare sindaco è stato Consigliere comunale dal 1982 al 1992, in tale ruolo ha richiesto e ottenuto per Taranto la guardia medica, ha collaborato attivamente per l’apertura degli asili nido, ha sollevato il problema degli anziani soli e non autosufficienti ed ha sollevato, per la prima volta a Taranto, il problema dell’inquinamento e dell’aumento della mortalità per tumore polmonare e dell’aumento dell’asma bronchiale e di tutte le malattie allergiche, proponendo di intervenire urgentemente per agevolare il traffico stradale e assicurare i parcheggi

Componente del comitato di gestione della Usl Ta/4 dal 1980 al 1985, ha sostenuto la necessità del Day hospital per ridurre i ricoveri ospedalieri, e della medicina del lavoro per il controllo e la prevenzione delle malattie professionali Assessore alla Sanità nel 1991, ha ideato e realizzato con amici dei Vigili del fuoco il Pronto soccorso medico di VVF (115), primo esempio in Italia, ed ha assicurato, per la prima volta a Taranto, l’assistenza domiciliare per le malattie terminali. Nel giugno 1991 ha inviato la documentazione al ministero dell’Ambiente e della Sanità per far riconoscere Taranto città a rischio ambientale

Eletto nel 1992 senatore della Repubblica della XI legislatura e nel 1994 della XII, pur senza interrompere la sua attività professionale di volontariato e di ricerca. È stato membro della Commissione permanente Industria, Commercio e Turismo e,successivamente, di quella Finanze e Tesoro ed ha fatto parte del Gruppo Progressisti Federativo. Nel corso dell’attività legislativa,oltre ad intervenire su vari disegni di legge e a presentare numerose mozioni (tra cui contro la pena di morte e il bando delle arminucleari) ha presentato come primo firmatario i disegni di legge: